Il lavoro manageriale in pratica. Quello che i manager fanno e quello che possono fare meglio

Il lavoro manageriale in pratica. Quello che i manager fanno e quello che possono fare meglio

Il nucleo centrale di questo nuovo lavoro di Henry Mintzberg è rappresentato dall'analisi di ventinove diversi casi aziendali, provenienti dai più disparati settori: dal mondo delle grandi corporation alla pubblica amministrazione, dalla fondazione non profit all'orchestra sinfonica. Le osservazioni raccolte sul campo hanno condotto Mintzberg a sviluppare un nuovo modello di management, fermamente ancorato alla sua convinzione che l'attività manageriale non sia una professione o una scienza, bensì una pratica. Una pratica da acquisire prima di tutto attraverso l'esperienza diretta e che può presentare caratteristiche estremamente differenti a seconda del contesto nel quale essa trova applicazione. Fattori come la cultura nazionale, il livello occupato all'interno di un'organizzazione e persino lo stile personale, diversamente da quanto spesso è stato assunto nella teoria manageriale, esercitano infatti un'evidente e durevole influenza. La conclusione di Mintzberg sta nella sua provocatoria descrizione di ciò che significa veramente essere un manager oggi e nell'importanza rivestita dalla capacità di coinvolgimento (engage). Questa, assai più della profondità riflessiva e della propensione analitica, è la qualità ultima sulla quale ogni manager dovrebbe costruire la propria pratica quotidiana di gestione della complessità.