Il fantasma della ferriera

Il fantasma della ferriera

La Ferriera di Servola con i suoi fumi, vapori, rumori, polemiche politiche, sequestri, incidenti sul lavoro, colate di ghisa e cumuli di carbone e minerali di ferro, rappresenta il punto nodale di un'indagine che parte dal ritrovamento del corpo di un operaio esanime all'interno dello stabilimento siderurgico. È un omicidio e la vittima - oltre a essere un sindacalista tutt'altro che morbido sull'applicazione delle norme di sicurezza - era il responsabile della cokeria, l'impianto più inquinante della Ferriera. Ma le ipotesi investigative degli inquirenti non trovano conferme; il magistrato titolare dell'indagine procede in più direzioni mentre il movente dell'omicidio continua a restare oscuro. Sarà Erika, la giovane cronista di nera e giudiziaria del quotidiano locale, a capire e a raccordare gli elementi contradditori di un giallo anomalo che coinvolge il rione di Ponziana con le sue case popolari, i frequentatori di un ambiguo locale dell'estrema periferia, alcuni immigrati dell'Est insediatisi in città, politici di terza fascia alla ricerca di visibilità e di voti. Un secondo omicidio avvenuto anch'esso all'interno della Ferriera e un misterioso accoltellamento, rendono ancora più difficili le indagini che fanno emergere anche due relazioni sentimentali inconfessabili. Poi il colpo di scena e la soluzione di un giallo che solo la giovane cronista è riuscita a ricostruire nei suoi dettagli, svelandoli provocatoriamente proprio al magistrato inquirente.