Il complotto dell'ONU contro la vita

Il complotto dell'ONU contro la vita

La "fabbrica" della nuova etica "invertita" ha come unico obbiettivo quello di ricreare un "nuovo uomo", non più cittadino politicamente responsabile, libero e detentore di sovranità democratica, ma un essere di "genere" indeterminato, volto ai suoi piaceri privatissimi con cui si autocondanna. Alla base di tutto, c'è la volontà di poteri forti di ridurre la vita umana "comune", dei non-illuminati, a puro "materiale biologico", manipolabile e dissipabile all'infinito. L'obbiettivo è dominare su ciò che letteralmente non ha prezzo, e il cui valore è assoluto: la vita umana. Ed è attraverso il sistema normativo piramidale (ovvero massonico) che questa macchina formidabile funziona al fine di controllare la vita, quindi gli individui, le famiglie e gli Stati. Perché dominare la vita è anche la chiave che permetterà il dominio sugli uomini. Il dovere più nobile e necessario che oggi s'impone a noi tutti è la difesa incondizionata della vita umana in ogni sua fase. Ciò richiede impegno personale e politico. Dobbiamo denunciare quelle abiure del diritto fondamentale alla vita e all'integrità fisica che gridano vendetta al cielo. In caso contrario, ben presto, ce ne verrà chiesto conto.