L' essenza della manifestazione. Ediz. integrale

L' essenza della manifestazione. Ediz. integrale

«Restituire un senso al concetto di vita interiore»: è questo l'intento di "L'essenza della manifestazione". E questo implica non semplicemente che "si ragioni su" ma che si ritorni al senso dell'interiorità una volta mostrata l'insostenibilità del potere assoluto della ragione in ordine al vero, la sua incapacità nell'elaborare, a partire da sé, una conoscenza della vita e del reale. Occorre abbandonare ogni pensiero che si costruisca come rappresentazione per accogliere, nel pensiero, il disvelarsi stesso della vita, assolutamente interiore e non rappresentabile, lasciando che il pensiero sia rimodulato nel dirsi della vita. Un pensiero affettivo le cui sfumature sono le stesse della vita e del suo pathos, i cui passaggi sono i passaggi interiori di un'affettività che si articola, si differenzia, si ricompone, sprofonda nell'unità essenziale del sentirsi, nell'abbraccio della vita, in quella stretta che è adesione a sé, pura gioia, nell'impotenza e nella povertà radicale. È a se stessi, alla profondità di se stessi in quanto soggettività vivente, che conducono questo pensiero filosofico e la densità del linguaggio che lo esprime.