Malefica luna d'agosto

Malefica luna d'agosto

Sullo sfondo di una Maremma infuocata e quasi onirica, la storia di un nobile casato in decadenza si disvela a poco a poco nei suoi segreti più oscuri con una serie di episodi bizzarri tra il fantastico e il grottesco. Una strampalata e aristocratica famiglia fiorentina è perturbata dall'esistenza di un mostro, oltre che da faide intestine relative all'eredità. L'intera vicenda si svolge in riva al mare, durante tre giorni e tre notti di luna piena nel mese di agosto, in cui i personaggi intrecciano passioni e rancori, provocano incidenti e malintesi, fino a un'epica risoluzione finale all'interno di uno slabbrato e caotico ospedale. Al centro della storia Gaddo, uomo con le ali, che mostra su di sé i segni di una tara familiare destinata a tramandarsi di generazione in generazione, una deformazione fisica che è prima di tutto segno distintivo e quasi presagio di una forma più sottile di integrità. Un libro sorprendente per la sua capacità di coniugare l'evidente vena fantastica con una penetrante analisi dei personaggi. Un romanzo leggero e allo stesso tempo profondo a rappresentare in forma di fiaba il nostro comune mondo interiore.